Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

PROTESTE DEGLI AGRICOLTORI A BRUXELLES

Immagine dell'articolo

Bruxelles, capitale dell'Unione Europea, si è trovata sotto un inaspettato assedio di trattori, idranti e lacrimogeni mentre i ministri dell'Agricoltura dell'UE si riunivano per discutere le politiche agricole. Le strade della città sono state invase dalla protesta dei coltivatori, con blocchi stradali, roghi, e esplosioni di petardi, mentre la polizia tentava di mantenere l'ordine.

Secondo quanto riportato dalle forze dell'ordine, circa 900 trattori hanno preso parte alla manifestazione, esprimendo il malcontento degli agricoltori verso le politiche agricole dell'UE. La tensione è salita quando la polizia ha utilizzato idranti e lacrimogeni per disperdere i manifestanti, che hanno risposto lanciando oggetti contro le forze dell'ordine.

Le dichiarazioni dei leader politici italiani hanno evidenziato la preoccupazione e l'insoddisfazione riguardo alla Politica Agricola Comune (PAC) dell'UE. La presidente Meloni ha sottolineato la necessità di rivedere la PAC per sostenere i redditi degli agricoltori e garantire cibo di qualità. Anche il ministro Lollobrigida ha criticato la PAC, affermando che necessita di una modifica sostanziale. Il vicepremier Salvini ha aggiunto che la PAC va ripensata prima delle elezioni europee, poiché è strutturata in modo inadeguato.

Il commissario europeo all'Agricoltura, Janusz Wojciechowski, ha dichiarato in conferenza stampa la possibilità di riaprire i negoziati sulla PAC per rispondere alle esigenze degli agricoltori. Tuttavia, la tensione durante la protesta ha evidenziato l'urgente necessità di affrontare le criticità delle politiche agricole dell'UE.

La manifestazione ha evidenziato anche l'aspetto violento di una parte dei partecipanti, con atti vandalici come incendi e lanci di oggetti contro le forze dell'ordine. Questo comportamento ha portato la polizia a intervenire con misure di controllo, utilizzando idranti e lacrimogeni per mantenere la situazione sotto controllo.

In sintesi, la protesta degli agricoltori a Bruxelles riflette la profonda insoddisfazione e le preoccupazioni riguardo alle politiche agricole dell'UE. È evidente la necessità di un dialogo costruttivo tra istituzioni e agricoltori per affrontare le sfide e trovare soluzioni sostenibili per il settore agricolo europeo.

26/02/2024

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

19 APR 2024

SUPERBONUS E TRANSIZIONE 4.0

Una Sfida Economica per l'Italia

19 APR 2024

CONGEDO PARENTALE PAGATO

Le Nuove Normative Introdotte dall'INPS

18 APR 2024

LA CORSA ALL'AI: L'ITALIA ALLA RICERCA DI ESPERTI

Bando Aperto fino al 31 Maggio

18 APR 2024

IL FUTURO DEL MERCATO UNICO EUROPEO: ENRICO LETTA PROPONE UNA "CASSETTA DEGLI ATTREZZI"

Nel secondo giorno dei lavori del Consiglio dell'Unione Europea a Bruxelles

17 APR 2024

FERRARI: RECORD DI SUCCESSI E NUOVE PROSPETTIVE

Il Marchio Ferrari ha confermato per il 2023 il suo status di icona nel mondo dell'automobilismo e del lusso

17 APR 2024

ANTITRUST: RESTITUITI 122 MILIONI A 600MILA CONSUMATORI

Favorire uno sviluppo economico basato sulla competitività e sull'equità