Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

TRATTORI IN MARCIA VERSO ROMA

Immagine dell'articolo

La protesta degli agricoltori italiani prende una nuova svolta, con una carovana di trattori che si dirige verso Roma per esprimere il loro malcontento riguardo alle politiche agricole del governo. Alcuni dettagli dell'evento emergono dalla partenza di una sessantina di trattori dalla Valdichiana, nella regione tra il Senese e l'Aretino, con l'intenzione di raggiungere la capitale.

Il corteo è iniziato alle prime luci dell'alba, e tre ore dopo, i trattori sono entrati nel Lazio, dirigendosi verso Viterbo attraverso la strada Cassia. Andrea Papa, uno degli organizzatori del presidio toscano, ha dichiarato: "Passeremo da San Quirico d'Orcia, Porsenna, Viterbo", delineando il percorso pianificato per la protesta.

Tuttavia, la situazione si fa più complessa poiché il presidio di Orte, coordinato da Tonino Monfeli, aspetta le indicazioni della Questura di Roma prima di muoversi. Monfeli rassicura che non c'è disaccordo tra i partecipanti: "Siamo divisi? Assolutamente no, ho sentito tutti i partecipanti d'Italia, tramite contatti, e sono tutti d'accordo di aspettare le indicazioni della Questura".

Danilo Calvani, leader del C.R.A. Agricoltori Traditi, specifica che il gruppo di trattori è autonomo e si fermerà a nord della Nomentana, evitando di entrare nel centro di Roma senza i permessi necessari. Calvani ha comunicato alla polizia un numero approssimativo di circa duemila mezzi che si uniranno alla protesta da varie regioni italiane. Tuttavia, sottolinea le sfide logistiche e organizzative: "Agricoltori partiranno da Udine e dalla Sicilia, tempo che arriveranno tutti ci vorrà una settimana".

La polizia sta monitorando attentamente la situazione per garantire la sicurezza e prevenire eventuali disagi o disordini. Sono previsti servizi di controllo a Torre in Pietra, Valmontone, Formello e sulla Cassia, mirati a gestire il flusso dei manifestanti e garantire il rispetto delle leggi durante la protesta.

La tensione cresce mentre gli agricoltori italiani cercano di far sentire la propria voce riguardo alle preoccupazioni legate alle politiche agricole. Resta da vedere come si evolverà la situazione e quali risposte il governo fornirà a fronte di questa manifestazione di dissenso.

05/02/2024

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

29 FEB 2024

MANUTENZIONE PREVENTIVA DEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE INDUSTRIALE: IMPORTANZA E VANTAGGI DEL CONTROLLO REMOTO TECSAVING

MANUTENZIONE PREVENTIVA DEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE INDUSTRIALE: IMPORTANZA E VANTAGGI DEL CONTROLLO REMOTO TECSAVING

29 FEB 2024

16ESIMA EDIZIONE DEL SALONE DELL'ECOEDILIZIA E DELL'INNOVAZIONE A TUNISI

La Tunisia abbraccia l'Edilizia Eco-sostenibile: Un'opportunità per l'economia e l'ambiente

29 FEB 2024

FERROVIE: UN INVESTIMENTO STRATEGICO PER L'ITALIA CENTRALE

Via libera ai fondi per la ferrovia Roma-Pescara

28 FEB 2024

NUOVE REGOLE UE SULLE INDICAZIONI GEOGRAFICHE

Proteggere l'eccellenza agroalimentare europea

28 FEB 2024

COME RICHIEDERE L’ASSEGNO DI INCLUSIONE? REQUISITI, METODI E PROCEDURE DA SEGUIRE

COME RICHIEDERE L’ASSEGNO DI INCLUSIONE? REQUISITI, METODI E PROCEDURE DA SEGUIRE

27 FEB 2024

IL BOOM DEL BTP VALORE: SOTTOSCRIZIONI RECORD E CORSA AI CONTRATTI

Il mercato dei titoli di stato italiani continua a mostrare una forza impressionante