Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

COME INIZIARE A INVESTIRE IN BORSA

Immagine dell'articolo

Come iniziare ad investire in borsa

Partecipare agli investimenti nel mercato azionario può potenzialmente migliorare il tuo patrimonio finanziario, ma è essenziale comprendere appieno i rischi coinvolti prima di prendere qualsiasi impegno. Per iniziare, gli investitori individuali non possono impegnarsi direttamente nell'acquisto o nella vendita di azioni su una borsa valori. È fondamentale avvalersi dell'assistenza di intermediari (detti anche broker di borsa) registrati che eseguono le operazioni per conto degli investitori.

Il processo di investimento è ora notevolmente più conveniente e accessibile rispetto al passato, grazie a diverse piattaforme digitali che hanno semplificato l'esperienza complessiva di investimento.

Cos’è la borsa valori e come funziona

La borsa valori è un mercato regolamentato in cui vengono comprate e vendute azioni, obbligazioni e altri strumenti finanziari. Funziona come un'asta continua dove gli investitori, sia individuali che istituzionali, possono acquistare e vendere questi strumenti finanziari.

Per funzionare correttamente, la borsa valori richiede la partecipazione di vari attori, tra cui investitori individuali, istituzioni finanziarie come banche e fondi di investimento, e intermediari come i broker finanziari. Inoltre, le autorità di regolamentazione supervisionano le attività di mercato per garantire la trasparenza e la correttezza delle operazioni.

Il processo inizia con l’inserimento a listino dei titoli, in cui le aziende che desiderano raccogliere capitali quotano le loro azioni in borsa attraverso un'IPO, ovvero un'offerta pubblica iniziale. Una volta che le azioni sono quotate, possono essere liberamente comprate e vendute dagli investitori.

Per acquistare o vendere azioni, gli investitori devono aprire un conto con un broker di borsa. Attraverso questo conto, gli investitori piazzano ordini di acquisto o vendita. Questi ordini possono essere di mercato, eseguiti immediatamente al miglior prezzo disponibile, o ordini limite, eseguiti solo al prezzo specificato o migliore. I broker trasmettono gli ordini alla borsa valori, dove vengono abbinati con ordini corrispondenti di altri investitori. Una volta eseguito l'ordine, il regolamento avviene generalmente entro pochi giorni lavorativi, garantendo così la conclusione della transazione.

Il prezzo delle azioni è determinato dalla domanda e dall'offerta sul mercato. I prezzi possono fluttuare in base a diversi fattori, come la performance finanziaria dell'azienda, notizie economiche, eventi globali e il sentiment del mercato. Le aziende possono anche distribuire una parte dei loro profitti agli azionisti sotto forma di dividendi, offrendo così un ulteriore modo per guadagnare agli investitori oltre all'apprezzamento del prezzo delle azioni.

La borsa valori è regolamentata da autorità governative per garantire che le operazioni siano condotte in modo trasparente ed equo. Queste regole mirano a proteggere gli investitori e mantenere l'integrità del mercato.

Investire in borsa: tutti i passaggi necessari

Come anticipato in precedenza il primo passo è l’apertura di un conto titoli presso il proprio intermediario di fiducia (ad esempio la tua banca, oppure una piattaforma di investimento registrata). Dopo che il conto titoli sarà attivato potrai effettuare il tuo primo rodine di acquisto.

Come identificare quali titoli potrebbero essere di tuo interesse e quanto investire? Si tratta certamente di una domanda complessa. Il punto di partenza per rispondere parte da una considerazione piuttosto semplice. È essenziale sapere che tipo di investitore sei e qual è la tua propensione al rischio. È inoltre fondamentale comprendere quale sia il tuo orizzonte temporale di riferimento.

Chiarire la tua posizione rispetto alle questioni citate ti permetterà di capire la distribuzione dei tuoi investimenti vedrà una forte componente azionaria (più rischiosa ma più redditizia), piuttosto che obbligazionaria (più cauta e conservativa).

Un altro fattore chiave da considerare è la conoscenza del mercato in cui si opera e degli strumenti finanziari più diffusi. Se il lettore è un principiante assoluto, è consigliabile rivolgersi ad un consulente finanziario, ovvero un professionista in grado di offrire assistenza a chi non è in grado di gestire in completa autonomia in propri investimenti.  Si tratta di una soluzione comoda, pratica che limita il rischio di commettere errori grossolani.

Diversamente, chi ha già maturato una significativa esperienza e conosce i mercati su cui intende investire sarà in grado di selezionare autonomamente i titoli finanziari e l’importo opportuno da investire.

Quando si fa un qualsiasi investimento, è necessario che passi del tempo prima di ottenere un rendimento significativo. Questo comporta che il capitale resti investito (senza interruzioni) e che l’investitore tolleri le tipiche fasi di volatilità dei mercati finanziari. La fase successiva riguarda quindi il monitoraggio dell’investimento.

Non è certamente necessario un controllo quotidiano dei propri investimenti. Il rischio connesso ad un monitoraggio continuo delle proprie posizioni è quello di farsi guidare dall’emotività del momento. È invece consigliabile valutare i propri investimenti un paio di volte all’anno, eseguendo se necessario un ribilanciamento di portafoglio.   

Un ribilanciamento di portafoglio è una operazione periodica per riportare il portafoglio investimenti all’ asset allocation prevista inizialmente dalla strategia complessiva.  In tal modo l’investitore non si troverà eccessivamente esposto rispetto a specifici asset e non varierà, di conseguenza, l’esposizione al rischio.

Conclusioni

È utile tenere a mente che per iniziare ad investire in borsa non occorre essere multimilionari o esperti di finanza. Ciò che è realmente importante è definire degli obiettivi realistici e informarsi in maniera adeguata sugli strumenti finanziari di interesse. Comprendere che esiste un rapporto tra rischio e rendimento permette di iniziare ad investire con un approccio cauto e moderato, e progressivamente, quando ci si sente più sicuri ed esperti, è possibile valutare investimenti più rischiosi (e potenzialmente remunerativi).

È possibile progredire in questo percorso sia in modo autonomo, grazie allo studio ed alla preparazione, sia grazie al supporto di un professionista esperto, in grado di fornire informazioni e consigli prima di un investimento importante.  

 

04/06/2024

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

15 LUG 2024

DAL DOLORE ALLA POESIA: "LETTERE INSANGUINATE" DELLA SCRITTRICE RAVEN GRAVES

DAL DOLORE ALLA POESIA: "LETTERE INSANGUINATE" DELLA SCRITTRICE RAVEN GRAVES

14 LUG 2024

LA TASSAZIONE NEGLI STATI UNITI: UNA PANORAMICA

La Tassazione negli Stati Uniti: Una Panoramica

14 LUG 2024

IL MARCHIO DEI WAUNIR: UN VIAGGIO EPICO RACCONTATO DA INES CURZIO

IL MARCHIO DEI WAUNIR: UN VIAGGIO EPICO RACCONTATO DA INES CURZIO

11 LUG 2024

VIA LIBERA DELLA CAMERA AL DECRETO AGRICOLTURA

Legge approvata

10 LUG 2024

VIA LIBERA ALLA FLAT TAX INCREMENTALE

La Commissione Finanze approva correttivi alla delega fiscale