Navigazione contenuti

Contenuti del sito

DPCM, STOP ALLE ORE 18 EQUIVALE A CHIUSURA ATTIVITA'

Immagine dell'articolo

Anche la Cia e il comparto agricolo insorgono davanti alle  linee guida dell'ultimo Dpcm.
 
Secondo l'associazione, "lo stop alle 18 previsto dal nuovo Dpcm per le 24mila strutture agrituristiche nazionali equivale alla chiusura delle attività, che non potranno sostenere i costi di apertura con i soli proventi del pranzo, i cui introiti nei giorni feriali hanno incidenza molto ridotta rispetto a quelli determinati dalla fascia oraria 18-21".
 
Inoltre, come ribadito in una nota di Cia, non viene garantito il distanziamento sociale negli spazi in piena campagna, un elemento che rischia di mettere definitivamente in crisi il settore, già messo alla prova dal lockdown.

"Il nuovo Dpcm - si legge nacora nellanota diffusa - avrà anche un impatto fortemente negativo per tutte le aziende agricole che hanno come unico sbocco commerciale il canale dell’Horeca -ristoranti, bar, mense, hotel-  e che pagheranno un conto salato per la contrazione delle forniture di cibo fresco a tutto il comparto dell’agroalimentare 'fuori casa', in un Paese in cui circa un terzo dei consumi viene realizzato lontano dalle mura domestiche".

26/10/2020

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

25 NOV 2020

L’ITALIA CORRE VELOCE VERSO L’ELIMINAZIONE DEL CONTANTE

Il blocco dei contanti è necessario per la modernizzazione dell’Italia e la lotta contro l’evasione fiscale

25 NOV 2020

PALESTRE ALL’APERTO

Come si sono ingegnate le aziende per sfuggire al decreto legge di chiusura.

25 NOV 2020

IMPRESE: NASCE DAST

Distretto dedicato agli operatori dei droni

25 NOV 2020

DONNE IN CAMPO

Al via una nuova campagna di sensibilizzazione

24 NOV 2020

BANKITALIA: RIPRESA NEL 2021 SI' MA LENTA

Il 2020 chiuderà secondo le aspettative

24 NOV 2020

CIA: AZIENDE PRONTE ALLE CONSEGNE

Rafforzato il rapporto con il territorio e con gli utenti