Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

REDDITO DI EMERGENZA: LE DOMANDE PARTIRANNO IL 7 APRILE

Immagine dell'articolo

La misura straordinaria di sostegno economico, il Reddito di Emergenza, istituito con il decreto-legge 22 marzo 2021, n. 41, partirà il 7 aprile. Le domande dovranno essere presentate esclusivamente online al portale INPS entro e non oltre il 30 aprile 2021. Il REM sarà riconosciuto ai nuclei familiari in difficoltà a causa dell’emergenza Covid-19, per i mesi di marzo, aprile e maggio 2021. Per poter beneficiare della misura, le famiglie dovranno essere in possesso della DSU, Dichiarazione Sostitutiva Unica, valida al momento della presentazione della domanda e dei seguenti requisiti:

·         il richiedente, presentando la domanda deve avere la residenza in Italia;

·         l’ISEE inferiore ai 15 mila euro;

·         il reddito familiare inferiore alla soglia corrispondente all’ammontare del beneficio,

·         il patrimonio mobiliare, al 2020, deve avere un valore inferiore a 10.000 euro. Per ogni componente successivo al primo, il tetto si alza di 5 mila euro, fino ad un massimo di 20.000 euro. Ma in presenza di ogni familiare con disabilità grave certificata, aumenta ancora di 5 mila euro.

 

 Il Dl Sostegni ha apportato alcune modifiche al Reddito di Emergenza: 

·         coloro che vivono in affitto, avranno diritto ad un incremento di un dodicesimo del canone di locazione pagato;

·         tra i beneficiari sono stati inclusi i disoccupati egli ex percettori di indennità NASpI o della DisColl terminata tra il 1° luglio 2020 e il 28 febbraio 2021.  La misura riconosciuta per tre mesi è di 400 euro e con un limite ISEE di 30.000 euro.

È necessario sottolineare che il REM non potrà essere richiesto da coloro che percepiscono alcune forme di aiuto economico, quali:

·         le indennità Covid-19 previsti dall'articolo 10 del Dl Sostegni;

·         le prestazioni pensionistiche, dirette o indirette, ad eccezione dell’assegno ordinario di invalidità e dei trattamenti di invalidità civile;

·         i redditi da lavoro dipendente, la cui retribuzione lorda complessiva sia superiore alla soglia massima di reddito familiare, individuata in relazione alla composizione del nucleo;

·         il reddito e la pensione di cittadinanza percepito al momento della domanda.

04/04/2021

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

19 GIU 2021

IL PAGAMENTO DELLE CARTELLE ESATTORIALI SLITTA A SETTEMBRE

Il decreto Sostegni bis aveva stabilito il pagamento delle cartelle per fine giugno. Il governo è al lavoro per un nuovo slittamento, probabilmente verrà fissato per il 1° settembre.

19 GIU 2021

CROLLA LA QUOTAZIONE DELL'ORO

La domanda è stata la più bassa dalla primavera del 2010

18 GIU 2021

AUTO ELETTRICHE: SCONTO SUI PEDAGGI IN AUTOSTRADA

La normativa europea, sulla riduzione dei pedaggi, dovrebbe entrare in vigore entro il 2023. Ma inizialmente riguarderà solo i veicoli pesanti.

18 GIU 2021

CGIL, CISL E UIL IN PIAZZA IL 26 GIUGNO

I tre sindacati tornano in piazza, con tre manifestazioni unitarie, contro lo sblocco dei licenziamenti previsto per il 1° luglio.

18 GIU 2021

AGRICOLTURA, PERICOLO DESERTIFICAZIONE

Il comparto in difesa del suolo

18 GIU 2021

EDILIZIA: ALLARME AUMENTO PREZZI MATERIALI

Faro dell'Antitrust