Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

FERROVIE: UN INVESTIMENTO STRATEGICO PER L'ITALIA CENTRALE

Immagine dell'articolo

Il Consiglio Interministeriale per la Programmazione Economica e lo Sviluppo Sostenibile (CIPESS) ha recentemente approvato una decisione cruciale per lo sviluppo infrastrutturale dell'Italia centrale: il finanziamento per il raddoppio della tratta ferroviaria Roma-Pescara. Con una delibera che destina 720 milioni di euro per questa opera strategica, si mette in moto un progetto destinato a ridurre il divario infrastrutturale tra il Tirreno e l'Adriatico, contribuendo così alla crescita economica e al benessere dell'intera regione.

L'importanza di questa decisione è stata sottolineata dalla Premier Giorgia Meloni, che ha dichiarato: "La Roma-Pescara è un'opera di rilevanza strategica per due regioni ma per tutto il Centro Italia, perché permetterà di contribuire a colmare quel divario infrastrutturale che esiste oggi tra il Tirreno e l'Adriatico". Il finanziamento, a valere sul Fondo di Sviluppo e Coesione 2021-2027, copre interamente il fabbisogno previsto per il progetto, garantendo così la sua completa realizzazione.

È interessante notare come questo finanziamento sia stato individuato dopo una revisione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). Inizialmente previsti nel PNRR 620 milioni di euro per la Roma-Pescara, si è dovuto riconoscere l'impossibilità di completare l'opera nei tempi e nei modi previsti. Tuttavia, anziché rinunciare al progetto e perdere le risorse già destinate, il Governo ha adottato misure alternative per garantirne la prosecuzione.

La decisione di assegnare 720 milioni di euro rappresenta un passo concreto verso la realizzazione di un'infrastruttura fondamentale per la mobilità e lo sviluppo economico della regione. Questo investimento non solo assicura la sicurezza dell'opera, ma prevede anche risorse aggiuntive per far fronte a eventuali imprevisti durante la sua realizzazione.

La Premier Meloni ha ribadito l'impegno del Governo nell'utilizzare gli investimenti pubblici come leva per lo sviluppo nazionale, sottolineando l'importanza di spendere le risorse in modo efficiente e veloce per evitare sprechi. Questo progetto, insieme ad altri interventi previsti nel Programma Operativo Complementare 2014-2020 della Regione Abruzzo, rappresenta un impegno concreto per la crescita sostenibile del territorio.

Oltre alla Roma-Pescara, il CIPESS ha discusso anche altri progetti fondamentali per lo sviluppo della regione, come il Programma Operativo Complementare della Regione Abruzzo, che destina oltre 146 milioni di euro a settori strategici come la ricerca e sviluppo, l'innovazione, la tutela dell'ambiente e molto altro ancora.

In conclusione, l'approvazione dei fondi per la Roma-Pescara segna un importante traguardo nella strategia di sviluppo infrastrutturale del Centro Italia. Questo investimento non solo migliorerà la connettività e la mobilità nella regione, ma contribuirà anche a promuovere la crescita economica e il benessere delle comunità locali, sottolineando l'importanza di una visione a lungo termine per lo sviluppo sostenibile del paese.

29/02/2024

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

19 APR 2024

SUPERBONUS E TRANSIZIONE 4.0

Una Sfida Economica per l'Italia

19 APR 2024

CONGEDO PARENTALE PAGATO

Le Nuove Normative Introdotte dall'INPS

18 APR 2024

LA CORSA ALL'AI: L'ITALIA ALLA RICERCA DI ESPERTI

Bando Aperto fino al 31 Maggio

18 APR 2024

IL FUTURO DEL MERCATO UNICO EUROPEO: ENRICO LETTA PROPONE UNA "CASSETTA DEGLI ATTREZZI"

Nel secondo giorno dei lavori del Consiglio dell'Unione Europea a Bruxelles

17 APR 2024

FERRARI: RECORD DI SUCCESSI E NUOVE PROSPETTIVE

Il Marchio Ferrari ha confermato per il 2023 il suo status di icona nel mondo dell'automobilismo e del lusso

17 APR 2024

ANTITRUST: RESTITUITI 122 MILIONI A 600MILA CONSUMATORI

Favorire uno sviluppo economico basato sulla competitività e sull'equità