Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

BLOCCO LICENZIAMENTI AL 30 GIUGNO

Immagine dell'articolo

Si va verso una doppia proroga per il blocco dei licenziamenti: la data spartiacque potrebbe essere il 30 giugno 2021, termine definitivo solo per alcuni lavoratori e debutto di un meccanismo selettivo con scadenza più lunga. Lo conferma il ministro Andrea Orlando durante le Comunicazioni con la Commissione Lavoro del Senato l’11 marzo 2021. L’ufficialità dovrebbe arrivare a breve con l’approvazione del Decreto Sostegno.

Il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali non ha indicato una data, ma le bozze in circolazione del Decreto Sostegno segnano come data spartiacque per la cassa integrazione e il blocco dei licenziamenti il 30 giugno 2021.

La proroga, infatti, come descritta da Andrea Orlando sarebbe doppia, o per meglio dire darebbe vita a un doppio binario:

·la data del 30 giugno 2021, in caso di conferma, dovrebbe segnare la fine del blocco dei licenziamenti per i lavoratori che hanno accesso a tutele ordinarie;

·anche oltre il 30 giugno 2021, o comunque oltre la data fissata, dovrebbe essere operativo il divieto per i datori di lavoro di procedere con i licenziamenti che riguardano lavoratori che non sono coperti da tutele.

16/03/2021

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

19 GIU 2021

IL PAGAMENTO DELLE CARTELLE ESATTORIALI SLITTA A SETTEMBRE

Il decreto Sostegni bis aveva stabilito il pagamento delle cartelle per fine giugno. Il governo è al lavoro per un nuovo slittamento, probabilmente verrà fissato per il 1° settembre.

19 GIU 2021

CROLLA LA QUOTAZIONE DELL'ORO

La domanda è stata la più bassa dalla primavera del 2010

18 GIU 2021

AUTO ELETTRICHE: SCONTO SUI PEDAGGI IN AUTOSTRADA

La normativa europea, sulla riduzione dei pedaggi, dovrebbe entrare in vigore entro il 2023. Ma inizialmente riguarderà solo i veicoli pesanti.

18 GIU 2021

CGIL, CISL E UIL IN PIAZZA IL 26 GIUGNO

I tre sindacati tornano in piazza, con tre manifestazioni unitarie, contro lo sblocco dei licenziamenti previsto per il 1° luglio.

18 GIU 2021

AGRICOLTURA, PERICOLO DESERTIFICAZIONE

Il comparto in difesa del suolo

18 GIU 2021

EDILIZIA: ALLARME AUMENTO PREZZI MATERIALI

Faro dell'Antitrust