Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

RINCARI 2023: PASTA E CEREALI NELLA TOP TEN

Immagine dell'articolo

Il 2023 è iniziato con la pessima di notizia di rincari su carburanti e pedaggi autostradali ma l’indagine dell’Unione Nazionale Consumatori evidenzia che la crescita dei prezzi colpirà anche i beni di prima necessità.

Secondo l’analisi sugli ultimi dati Istat, se ogni famiglia italiana, nel 2022, ha speso 513 in più rispetto al 2021, per l’anno appena iniziato, gli aumenti subiranno un’ulteriore impennata, risultando di circa +700 euro.

L’associazione dei consumatori ha stilato una classifica dei prodotti che vedranno i maggiori aumenti: il pane, sia fresco che confezionato, +29 euro; pasta fresca, secca e preparati +24 euro; verdura + 92 euro; carne +87 euro e solo il pollame +31 euro; latte, formaggi e uova + 69 euro; pesci e prodotti ittici + 40 euro; frutta +36 euro.

L’Unione Nazionale Consumatori ha elaborato una seconda classifica dei rincari anche per i prodotti non alimentari, dove, a primeggiare sarà l’energia elettrica con + 110,4%; a seguire i voli internazionali +85,9%; gas di città  +73,7%; gasolio per riscaldamento +38,4%; Gpl e metano +33,3%; gasolio per mezzi di trasporto +22,1%.

08/01/2023

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

19 APR 2024

SUPERBONUS E TRANSIZIONE 4.0

Una Sfida Economica per l'Italia

19 APR 2024

CONGEDO PARENTALE PAGATO

Le Nuove Normative Introdotte dall'INPS

18 APR 2024

LA CORSA ALL'AI: L'ITALIA ALLA RICERCA DI ESPERTI

Bando Aperto fino al 31 Maggio

18 APR 2024

IL FUTURO DEL MERCATO UNICO EUROPEO: ENRICO LETTA PROPONE UNA "CASSETTA DEGLI ATTREZZI"

Nel secondo giorno dei lavori del Consiglio dell'Unione Europea a Bruxelles

17 APR 2024

FERRARI: RECORD DI SUCCESSI E NUOVE PROSPETTIVE

Il Marchio Ferrari ha confermato per il 2023 il suo status di icona nel mondo dell'automobilismo e del lusso

17 APR 2024

ANTITRUST: RESTITUITI 122 MILIONI A 600MILA CONSUMATORI

Favorire uno sviluppo economico basato sulla competitività e sull'equità