Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

DECISIONE STORICA DEI G7

Immagine dell'articolo

Ieri, si è svolta a Londra, la prima riunione in presenza da quando è scoppiata la pandemia, dei G7, i ministri della Finanze dei sette paesi più industrializzati al mondo. Durante il summit, il Cancelliere dello Scacchiere britannico Rishi Sunak, ha dichiarato: “E’ stato raggiunto un accordo storico, è una stretta all’elusione fiscale.

Sono fiero che il G7, abbia dato prova di una direzione collettiva, in questo periodo cruciale per la ripresa economica mondiale”. Dopo due giorni di intense trattative, i membri del G7 hanno posto le basi alla riforma della fiscalità mondiale, stabilendo la tassazione globale, “ad almeno al 15%, se non oltre”, soprattutto per i colossi, come quelli dell’e-commerce, che hanno profitti superiori al 10%.

L’imponibilità sugli utili dovrà essere pagata dalle multinazionali, nei paesi dove realizzano i profitti. La proposta porterebbe alla fine del dirottamento dei guadagni, verso quei Paesi dove si pagano tasse più basse, i cosiddetti “paradisi fiscali”. Le parole di Rishi Sunak sono state ampiamente condivise da tutti i presenti alla riunione. Il premier Mario Draghi ha dichiarato: “È un passo verso una maggiore equità e giustizia sociale per i cittadini”. Il prossimo obiettivo del G7 sarà quello di coinvolgere il G20, durante la riunione che si terrà a Venezia il prossimo luglio.

Il ministro dell’Economia, Daniele Franco, ha dichiarato: “Confidiamo che troveremo un accordo anche a livello di G20, affinché questi pilastri diventino un punto di riferimento per la tassazione globale”.

 

06/06/2021

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

19 GIU 2021

IL PAGAMENTO DELLE CARTELLE ESATTORIALI SLITTA A SETTEMBRE

Il decreto Sostegni bis aveva stabilito il pagamento delle cartelle per fine giugno. Il governo è al lavoro per un nuovo slittamento, probabilmente verrà fissato per il 1° settembre.

19 GIU 2021

CROLLA LA QUOTAZIONE DELL'ORO

La domanda è stata la più bassa dalla primavera del 2010

18 GIU 2021

AUTO ELETTRICHE: SCONTO SUI PEDAGGI IN AUTOSTRADA

La normativa europea, sulla riduzione dei pedaggi, dovrebbe entrare in vigore entro il 2023. Ma inizialmente riguarderà solo i veicoli pesanti.

18 GIU 2021

CGIL, CISL E UIL IN PIAZZA IL 26 GIUGNO

I tre sindacati tornano in piazza, con tre manifestazioni unitarie, contro lo sblocco dei licenziamenti previsto per il 1° luglio.

18 GIU 2021

AGRICOLTURA, PERICOLO DESERTIFICAZIONE

Il comparto in difesa del suolo

18 GIU 2021

EDILIZIA: ALLARME AUMENTO PREZZI MATERIALI

Faro dell'Antitrust