Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

FUSIONE NUCLEARE: UN RECORD MONDIALE AVVICINA IL SOGNO DELL'ENERGIA PULITA

Immagine dell'articolo

Un nuovo traguardo nella ricerca sulla fusione nucleare è stato raggiunto, aprendo la strada a un futuro di energia pulita e illimitata. Il Joint European Torus (JET), il più grande reattore a fusione nucleare sperimentale mai costruito, ha recentemente stabilito un record mondiale nella produzione di energia, portando l'umanità un passo più vicino alla realizzazione del sogno di un approvvigionamento energetico sostenibile.

La fusione nucleare, il processo che alimenta le stelle, offre la promessa di generare enormi quantità di energia senza contribuire al riscaldamento atmosferico. Questo nuovo record, annunciato dal consorzio europeo EUROfusion, rappresenta un punto di svolta significativo. Nel corso degli esperimenti condotti con deuterio e trizio (DT3) alla fine del 2023, sono stati ottenuti 69 megajoule di energia utilizzando appena 0,2 milligrammi di combustibile, in un impulso della durata di 5 secondi. Questo supera il precedente record di 59 megajoule raggiunto nel 2022, dimostrando il progresso tangibile nella ricerca sulla fusione nucleare.

Il successo di questi esperimenti è stato possibile grazie alla collaborazione dei principali laboratori europei, coordinati da EUROfusion. L'Italia, attraverso istituzioni come l'ENEA, il Consiglio Nazionale delle Ricerche e il Consorzio RFX, ha svolto un ruolo significativo in questo processo. Il reattore JET, un tokamak che utilizza potenti campi magnetici per confinare un plasma a forma di ciambella, ha dimostrato la possibilità di creare plasmi di fusione in modo affidabile utilizzando la stessa miscela di carburante che verrà impiegata nelle future centrali elettriche a fusione.

Secondo Fernanda Rimini, Senior Exploitation Manager del JET, il successo di questi esperimenti dimostra le competenze avanzate sviluppate nel tempo e getta le basi per le future centrali elettriche a fusione. Ambrogio Fasoli, Program Manager di EUROfusion, ha sottolineato l'importanza di questi risultati nel validare i futuri scenari operativi per le macchine da fusione come ITER e DEMO. Oltre a stabilire un nuovo record, questa ricerca ha contribuito a una maggiore comprensione della fisica della fusione, aprendo la strada a progressi futuri nel campo dell'energia pulita.

Il raggiungimento di questo record energetico rappresenta un traguardo significativo nella nostra ricerca di soluzioni sostenibili per il futuro energetico del pianeta. Mentre la strada verso un utilizzo su larga scala dell'energia da fusione può essere ancora lunga, questo risultato ci avvicina ulteriormente a un mondo alimentato da fonti energetiche sicure, pulite e abbondanti.

23/02/2024

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

19 APR 2024

SUPERBONUS E TRANSIZIONE 4.0

Una Sfida Economica per l'Italia

19 APR 2024

CONGEDO PARENTALE PAGATO

Le Nuove Normative Introdotte dall'INPS

18 APR 2024

LA CORSA ALL'AI: L'ITALIA ALLA RICERCA DI ESPERTI

Bando Aperto fino al 31 Maggio

18 APR 2024

IL FUTURO DEL MERCATO UNICO EUROPEO: ENRICO LETTA PROPONE UNA "CASSETTA DEGLI ATTREZZI"

Nel secondo giorno dei lavori del Consiglio dell'Unione Europea a Bruxelles

17 APR 2024

FERRARI: RECORD DI SUCCESSI E NUOVE PROSPETTIVE

Il Marchio Ferrari ha confermato per il 2023 il suo status di icona nel mondo dell'automobilismo e del lusso

17 APR 2024

ANTITRUST: RESTITUITI 122 MILIONI A 600MILA CONSUMATORI

Favorire uno sviluppo economico basato sulla competitività e sull'equità