Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

SFIDA CRUCIALE ALL'EX ILVA: COMMISARI IN FABBRICA PER SALVARE IMPRESE E CONTINUITÀ PRODUTTIVA

Immagine dell'articolo

Una delegazione della gestione commissariale dell'ex Ilva ha varcato i cancelli dello stabilimento siderurgico di Taranto per avviare un'ispezione cruciale, richiesta dopo le segnalazioni dei sindacati che denunciavano il progressivo spegnimento degli impianti. Il Ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, ha sollecitato l'intervento di Invitalia e dei commissari di Ilva in amministrazione straordinaria per garantire la continuità produttiva.

All'esterno dello stabilimento, un gruppo di imprenditori dell'indotto, aderenti ad Aigi, ha organizzato un sit-in mostrando bidoni vuoti con impressi due anni cruciali: il 2015, quando l'Ilva fu commissariata, e le imprese subirono perdite creditizie per 150 milioni di euro, e il 2024, con l'ombra di una nuova amministrazione straordinaria. Questi imprenditori esprimono timori concreti di veder svanire nuovamente crediti, ora ammontanti a oltre 130 milioni di euro.

La situazione finanziaria delle imprese dell'indotto risulta estremamente delicata, poiché l'Ilva rappresenta un importante cliente per molte di esse. Nel 2015, durante la precedente amministrazione straordinaria, le imprese subirono perdite ingenti, e il rischio di ripetere lo stesso scenario nel 2024 desta preoccupazione.

Il Ministro Urso ha sottolineato l'importanza di preservare l'occupazione e la stabilità economica della zona, ma gli imprenditori temono che la nuova amministrazione straordinaria possa portare a ulteriori perdite finanziarie. La cifra di 130 milioni di euro rappresenta un debito considerevole che, se non gestito adeguatamente, potrebbe mettere in serio pericolo la sostenibilità finanziaria delle imprese coinvolte.

Il governo, attraverso Invitalia e i commissari, deve adottare misure decisive per mitigare l'impatto negativo sulle imprese dell'indotto. È fondamentale garantire che vengano messe in atto strategie adeguate per preservare i posti di lavoro e proteggere la salute finanziaria delle aziende coinvolte.

La vicenda all'ex Ilva pone una sfida significativa che richiede la collaborazione stretta tra istituzioni, commissari, imprese e sindacati. La stabilità economica della regione e l'occupazione di numerosi lavoratori dipendono dalle azioni tempestive e efficaci che verranno intraprese per fronteggiare questa nuova crisi industriale.

02/02/2024

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

29 FEB 2024

MANUTENZIONE PREVENTIVA DEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE INDUSTRIALE: IMPORTANZA E VANTAGGI DEL CONTROLLO REMOTO TECSAVING

MANUTENZIONE PREVENTIVA DEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE INDUSTRIALE: IMPORTANZA E VANTAGGI DEL CONTROLLO REMOTO TECSAVING

29 FEB 2024

16ESIMA EDIZIONE DEL SALONE DELL'ECOEDILIZIA E DELL'INNOVAZIONE A TUNISI

La Tunisia abbraccia l'Edilizia Eco-sostenibile: Un'opportunità per l'economia e l'ambiente

29 FEB 2024

FERROVIE: UN INVESTIMENTO STRATEGICO PER L'ITALIA CENTRALE

Via libera ai fondi per la ferrovia Roma-Pescara

28 FEB 2024

NUOVE REGOLE UE SULLE INDICAZIONI GEOGRAFICHE

Proteggere l'eccellenza agroalimentare europea

28 FEB 2024

COME RICHIEDERE L’ASSEGNO DI INCLUSIONE? REQUISITI, METODI E PROCEDURE DA SEGUIRE

COME RICHIEDERE L’ASSEGNO DI INCLUSIONE? REQUISITI, METODI E PROCEDURE DA SEGUIRE

27 FEB 2024

IL BOOM DEL BTP VALORE: SOTTOSCRIZIONI RECORD E CORSA AI CONTRATTI

Il mercato dei titoli di stato italiani continua a mostrare una forza impressionante