Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

ALLARME OCCUPAZIONE: ACCORDO WHIRPOOL - ARÇELIK

Immagine dell'articolo

Fiom-Cgil, Fim-Cisl e Uilm-Uil, con una nota hanno espresso grande preoccupazione per la notizia dell’accordo firmato tra ‘Whirlpool’ e il gruppo turco ‘Arçelik’ che prevede “la cessione della totalità delle attività della multinazionale statunirense in Russia e Kazakistan, che dovrebbe concludersi nel terzo trimestre dell’anno in corso”.
 
I sindacati evidenziano che la cessione potrebbe andare a colpire l’occupazione nell’area Emea, ossia Europa, Medio Oriente e Africa, già in crisi per le enormi difficoltà di approvvigionamento delle materie prime e peggiorata dallo scoppio del conflitto ucraino. Infatti, la Whirlpool, già a dicembre 2021, decise per la chiusura dello stabilimento di Napoli.
 
I rappresentanti dei lavoratori chiedono un incontro urgente con il Mise, il Ministero dello Sviluppo economico, per comprendere quali potrebbero essere le ricadute occupazionali per il nostro Paese e chiedere interventi pubblici per difendere e rilanciare il settore dell’elettrodomestico

29/06/2022

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

07 AGO 2022

ADRIANO PANZIRONI PRESENTA IL SUO NUOVO PARTITO

Adriano Panzironi fonda Rivoluzione Sanitaria

07 AGO 2022

PIL 2022: GUIDA LA CLASSIFICA IL VENETO CON +3,4%

La maggiore ripresa economica è registrata al Nord-est, con livelli vicini al pre-pandemia.

06 AGO 2022

DECRETO AIUTI BIS

Arriva il Decreto Aiuti Bis

06 AGO 2022

ENI: NUOVA ACQUISIZIONE DI IMPIANTO GNL IN CONGO

La struttura galleggiante, costruita nel 2017, entrerà in funzione nel secondo semestre del 2023.

06 AGO 2022

AUMENTANO GLI INCENTIVI PER LE AUTO ELETTRICHE E IBRIDE

Contributi aumentati del 50% per i redditi inferiori a 30 mila euro

05 AGO 2022

IMPRESE ITALIANE SEMPRE PIÙ INDEBITATE

Boom di prestiti alle imprese