Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

TURISMO: LIVELLI PRE-COVID ANCORA LONTANO

Immagine dell'articolo

Pensare di recuperare da subito i livelli antecedenti la pandemia è impensabile.
 
Il turismo ripartirà ufficialmente da questa estate ma, dopo un anno di stop, i movimenti e gli spostamenti saranno molto inferiori rispetto al passato.

Le stime di Confesercenti per il periodo compreso tra giugno ed agosto parlano di 33 milioni di arrivi e 140 milioni di pernottamenti, con un incremento del +20,8% sul 2020 e un fatturato complessivo di 12,8 miliardi di euro. L'estate del 2019 aveva registrato 73,5 milioni di presenze in più!

La distribuzione fra territori e strutture è uniforme.
 
Le località baòlneari faranno registrare un aumento del +24,3%. Recupereranno, seppur a ritmi più blandi, campagna e collina (+19,6%), montagna (+19,4%), laghi (+17,6%) e terme (+14,4%). 

"Dopo dodici mesi terribili, il turismo italiano vede finalmente segnali concreti di ripartenza. Ma è una ripartenza ancora lenta, soprattutto dal punto di vista della domanda straniera, che non basterà a recuperare quanto perso con la pandemia", ha dichiarato Vittorio Messina, Presidente nazionale di Assoturismo Confesercenti.

"L’auspicio - ha concluso - è che il consuntivo di fine estate ci consegni risultati migliori grazie al passaporto sanitario europeo; ma è evidente che la riapertura tardiva del turismo italiano ha pesato sulla ripartenza: l’incertezza su date e coprifuoco ha dirottato molti viaggiatori stranieri verso altri paesi. È la conferma che per ripartire non basta riaprire: c’è bisogno di un piano di rilancio e promozione della destinazione Italia soprattutto presso i mercati esteri".

07/06/2021

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

19 GIU 2021

IL PAGAMENTO DELLE CARTELLE ESATTORIALI SLITTA A SETTEMBRE

Il decreto Sostegni bis aveva stabilito il pagamento delle cartelle per fine giugno. Il governo è al lavoro per un nuovo slittamento, probabilmente verrà fissato per il 1° settembre.

19 GIU 2021

CROLLA LA QUOTAZIONE DELL'ORO

La domanda è stata la più bassa dalla primavera del 2010

18 GIU 2021

AUTO ELETTRICHE: SCONTO SUI PEDAGGI IN AUTOSTRADA

La normativa europea, sulla riduzione dei pedaggi, dovrebbe entrare in vigore entro il 2023. Ma inizialmente riguarderà solo i veicoli pesanti.

18 GIU 2021

CGIL, CISL E UIL IN PIAZZA IL 26 GIUGNO

I tre sindacati tornano in piazza, con tre manifestazioni unitarie, contro lo sblocco dei licenziamenti previsto per il 1° luglio.

18 GIU 2021

AGRICOLTURA, PERICOLO DESERTIFICAZIONE

Il comparto in difesa del suolo

18 GIU 2021

EDILIZIA: ALLARME AUMENTO PREZZI MATERIALI

Faro dell'Antitrust