Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

PONTE SULLO STRETTO DI MESSINA

Immagine dell'articolo

Il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, in un’intervista, parlando del ponte sullo stretto di Messina, l’infrastruttura di cui si discute da anni per mettere in collegamento la Calabria con la Sicilia, ha manifestato le sue perplessità riguardo ad un’imminente realizzazione.

Il ministro, alla luce della delicata situazione economica dell’Italia, ritiene che in questo momento il nostro Paese abbia altre priorità e che sia più opportuno “Potenziare le infrastrutture fondamentali a Sicilia e Calabria”.

Per avviare grandi progetti è necessario mettere in atto tutta una serie di procedure che, purtroppo in Italia, sono decisamente lente e, in vista del Recovery Plan, il rischio di trovarsi in “situazioni imbarazzanti” è troppo alto.

“Se ci mettiamo anni a dare permessi e a mettere in piedi infrastrutture, il rischio è che poi dovremmo restituire i soldi all’Unione Europea, perché abbiamo tempi certi e stretti”. Il ministro della Transizione ecologica, ha comunque sottolineato che seppur non abbia mai studiato il progetto, da sempre nutre forti dubbi sulla realizzazione del ponte sullo stretto di Messina.

 

07/04/2021

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

19 GIU 2021

IL PAGAMENTO DELLE CARTELLE ESATTORIALI SLITTA A SETTEMBRE

Il decreto Sostegni bis aveva stabilito il pagamento delle cartelle per fine giugno. Il governo è al lavoro per un nuovo slittamento, probabilmente verrà fissato per il 1° settembre.

19 GIU 2021

CROLLA LA QUOTAZIONE DELL'ORO

La domanda è stata la più bassa dalla primavera del 2010

18 GIU 2021

AUTO ELETTRICHE: SCONTO SUI PEDAGGI IN AUTOSTRADA

La normativa europea, sulla riduzione dei pedaggi, dovrebbe entrare in vigore entro il 2023. Ma inizialmente riguarderà solo i veicoli pesanti.

18 GIU 2021

CGIL, CISL E UIL IN PIAZZA IL 26 GIUGNO

I tre sindacati tornano in piazza, con tre manifestazioni unitarie, contro lo sblocco dei licenziamenti previsto per il 1° luglio.

18 GIU 2021

AGRICOLTURA, PERICOLO DESERTIFICAZIONE

Il comparto in difesa del suolo

18 GIU 2021

EDILIZIA: ALLARME AUMENTO PREZZI MATERIALI

Faro dell'Antitrust