Navigazione contenuti

Contenuti del sito

ANDREA AGNELLI TORINESE DELL'ANNO

Immagine dell'articolo

Il Premio della Camera di commercio di Torino, giunto alla quarantaduesima edizione, è dedicato a chi, torinese di nascita o di adozione, ha offerto un contributo speciale nel proprio settore di attività, economia, arte, scienza, sociale.

La Giunta camerale, espressione di tutte le categorie economiche e delle associazioni imprenditoriali torinesi, ha così motivato la scelta di quest’anno: “Per la sua visione e la sua capacità imprenditoriale, che gli hanno permesso di sviluppare la Juventus, portandola ad essere una delle prime squadre di calcio al mondo e trasformandola dall’essere una società sportiva tradizionale ad un colosso anche commerciale, con un marchio sapientemente valorizzato, con un Museo in grado di creare un’esperienza emotiva unica e facendola diventare a tutti gli effetti uno dei principali motori dell’economia turistica della nostra Città.”

La cerimonia di premiazione si terrà domenica 24 novembre 2019, in concomitanza con il 67° “Premio della Fedeltà al Lavoro e per il Progresso Economico” e la quinta edizione dei “Diplomati eccellenti tecnici e professionali”, sempre conferiti dall’ente camerale.

12/08/2019

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

06 DIC 2019

INVITALIA: RINNOVATO IL MANAGEMENT

Cambi al vertice e tante conferme...

06 DIC 2019

OLIO: CIA, NECESSARIE RIFORME NEL SETTORE

Secondo gli agricoltori c'è bisogno di una vera e propria strategia per valorizzare la produzione e tutto il comparto

06 DIC 2019

5 STELLE EURO NCAP PER IL RENAULT CAPTUR

Massimo risultato possibile ottenuto dalla vettura della casa francese

05 DIC 2019

AUTO: ZABLIT PUNTO FERMO

Hadi Zablit è nominato Segretario Generale dell’Alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi

05 DIC 2019

IL CLIMA ALLONTANA LE API

Scomparso il 70% degli alveari a causa dei cambiamenti climatici

04 DIC 2019

RENAULT INVESTE NELLA MICROMOBILITÀ

Si chiama Nino Robotics ed è l'ultima partnership della casa francese